Come trovare gli abiti da lavoro migliori

Ecco tutti i consigli e una guida alla scelta

Come trovare gli abiti da lavoro migliori
Come trovare gli abiti da lavoro migliori

Ogni contesto professionale ha bisogno di abiti da lavoro adeguati: nella grande industria come in una caserma, in un ospedale come in un supermercato, le uniformi non sono solo sinonimo di riconoscibilità per i clienti e per gli utenti con cui si interagisce, ma servono anche e soprattutto a garantire la massima protezione a chi le indossa. Un abito da lavoro contribuisce, inoltre, a consolidare il brand di un’azienda, e di conseguenza a rafforzare la sua reputazione: è per questo motivo che l’aspetto e il look dei dipendenti devono essere curati in ogni dettaglio.

A cosa servono le uniformi da lavoro

Attraverso gli abiti da lavoro, dunque, vengono conseguiti molteplici scopi: si dà un’impressione di professionalità, si favorisce l’identificazione dei membri di un’azienda, ci si protegge contro possibili infortuni o lesioni, ci si tutela contro potenziali contaminazioni, e così via. Nella scelta delle uniformi, pertanto, sono molteplici i fattori che è opportuno considerare: non solo lo stile, che ha a che fare con l’aspetto più prettamente estetico, ma anche il design, che poi condiziona comfort e funzionalità, senza dimenticare – ovviamente – il budget che si è disponibili a investire. Ogni azienda ha specifiche esigenze che devono essere valutate con cura e caratteristiche peculiari che contribuiscono a definire gli indumenti da lavoro più appropriati: ciò che conta è evitare di puntare sui prodotti che costano meno solo perché ci si lascia attirare dal risparmio.

L’abito non fa il monaco? Falso

Soprattutto in un contesto di lavoro in cui ci si deve relazionare con utenti esterni (i fornitori per un’azienda, i clienti per un negozio di abbigliamento, i pazienti per una casa di riposo, e così via), gli indumenti che vengono usati dai lavoratori devono assicurare il massimo della riconoscibilità: non è vero che l’abito non fa il monaco. Anzi, si può affermare senza timore di essere smentiti che gli abiti da lavoro sono strumenti di lavoro e di comunicazione molto importanti, perché servono a ricalcare, a rappresentare e a diffondere l’immagine coordinata del marchio.

Non pensare solo al risparmio

Sarebbe opportuno privilegiare sempre abiti da lavoro di qualità, così da avere la certezza che essi siano in linea con le norme europee e adeguati agli standard di sicurezza in vigore. Non bisogna mai dimenticare che le divise sono destinate a essere indossate, nella maggior parte dei casi, per un numero di ore piuttosto elevato: è per questo motivo che non ci si può accontentare di tessuti di modesta qualità, che rischierebbero di provocare imbarazzi causando un sudore eccessivo o, nei peggiori dei casi, addirittura di far scaturire irritazioni cutanee, arrossamenti o altri fastidi simili.

Guida alla scelta

Il primo criterio che deve orientare la scelta è la valutazione del tipo di lavoro che si è chiamati a svolgere: i tessuti dovranno adattarsi ed essere abbinati di conseguenza. Il cotone e più in generale i materiali naturali sono sempre da preferire, in quanto offrono prestazioni più elevate rispetto a quelli di derivazione sintetica. Il misto cotone poliestere va bene solo per le mansioni da svolgere all’aria aperta. Per quel che riguarda lo stile, invece, la stampa del logo aziendale può essere utile e preziosa in un’ottica di branding; più nel complesso la manifattura può essere personalizzata, ma quello che importa è che sia in linea con la mission dell’impresa. Chiaramente, non si può fare a meno di assicurare a tutti i lavoratori il massimo della comodità, anche per incrementare la loro produttività.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami