Chiude il centro di accoglienza di via De Nicola

I 38 migranti che erano ospitati hanno dovuto lasciare la sede per essere trasferiti, con ogni probabililtà, al Cara di Bari. Sulle pagine del mensile Lo Stradone sarà dedicato uno speciale su questa notizia. 

Legambiente sulla chiusura del centro di accoglienza di Corato
Legambiente sulla chiusura del centro di accoglienza di Corato

“Ce ne siamo andati in silenzio come in silenzio siamo stati in questi 3 anni”. È la frase che si legge sulla pagina facebook del centro di prima accoglienza per richiedenti asilo di via De Nicola a Corato che questa mattina ha chiuso i battenti.

Con la sua chiusura, i 38 migranti ospiti hanno dovuto lasciare la sede per essere trasferiti, con ogni probabililtà, al Cara di Bari.

A presidiare le operazioni di sgombero della struttura anche una pattuglia della Polizia di Stato.

Chiude improvvisamente una struttura nata per accogliere quei migranti che giunsero a Corato, non senza polemiche, e che oggi potrebbero anche essere rimpatriati.

Migranti che durante il loro periodo di permanenza a Corato hanno dimostrato di sapersi perfettamente integrare con gli abitanti del quartiere, che seppero accoglierli in una città completamente nuova per loro.

Sulle pagine del mensile Lo Stradone sarà dedicato uno speciale su questa notizia.

 

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami