Chili di troppo durante le feste?… No problem!

Comincia questo mese una nuova rubrica nella quale cercheremo di scoprire quali sono i segreti per una sana e corretta alimentazione, fondamentali per mantenersi in buona salute.

Mi sembra doveroso in questo primo articolo darvi qualche consiglio per far fronte agli eccessi che molto probabilmente ci sono stati durante le feste natalizie da poco trascorse. Con molta probabilità se salissimo sulla bilancia oggi, la lancetta segnerebbe qualche chilo in più rispetto agli inizi di dicembre, ma con un’alimentazione adeguata tutto può tornare anche meglio di prima!

Ai più, potrà sembrare paradossale ma per perdere peso bisogna mangiare, anche se, ovviamente, in maniera corretta.

I famosi cinque pasti al giorno sono fondamentali affinché il nostro organismo possa svolgere tutte le sue funzioni biologiche, e se strutturati adeguatamente possono anche permettere la perdita dei chili in eccesso.

A colazione è buona regola prediligere frutta fresca di stagione accompagnata da uno yogurt, preferibilmente magro – ricco in probiotici, microrganismi virtuosi che migliorano il transito intestinale e ristabiliscono l’equilibrio della flora batterica – magari arricchito da cereali integrali, ricchi in fibra.

Altrettanto importanti sono gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, anche in questo caso è bene che la scelta ricada su frutta fresca, ortaggi o frutta secca come noci e mandorle, in quantità limitata, ricche di OMEGA3, importantissimi per la salute del cuore.

A pranzo, così come a cena, scegliamo pasta e pane integrali, non perché meno calorici ma perché più sani e salutari – anche questi ricchi in fibra – e con un indice glicemico decisamente più basso dei prodotti tradizionali.

Riduciamo il consumo di carne bianca e rossa sicuramente consumata in abbondanza durante le feste perché è necessaria una vera e propria disintossicazione da questo tipo di proteine e prediligiamo il pesce azzurro. Evitiamo, ugualmente, per qualche tempo il consumo di insaccati, soprattutto quelli molto grassi e non dimentichiamo il contorno di verdura cruda o cotta ad ogni pasto, fondamentale per la salute del nostro intestino messo a dura prova dagli eccessi dei giorni passati.

Infine, lasciamo da parte avanzi di panettoni, pandori e leccornie fatte in casa e per qualche settimana evitiamo completamente l’assunzione di dolci, così da permettere al nostro organismo, anche in questo caso, una completa disintossicazione dalle elevate quantità di zuccheri assunti. Se non riusciamo a fare a meno del dolce di fine pranzo, possiamo concederci un quadratino di cioccolato fondente.

Idratiamo l’organismo con 2 litri di acqua al giorno e cerchiamo il più possibile di fare attività fisica – anche una semplice camminata di mezz’ora al giorno è un toccasana!

La dott.ssa Ornella Della Valle
La dott.ssa Ornella Della Valle

[su_note note_color=”#f6f6e1″]La dott.ssa Della Valle è Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari e specializzata in Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Foggia, con votazione 110 e lode, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi e abilitata alla professione di Biologa Nutrizionista. Master di I livello in “Tecnico di ricerca esperto sugli Alimenti Funzionali”, stage presso il reparto di Dietologia dell’IRCCS “Casa Sollievo della Sofferenza – Opera di Padre Pio” di San Giovanni Rotondo. Riceve nello studio privato a Corato – c/o Medline, centro polispecialistico – e Molfetta. [/su_note]

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAuto fuori controllo sulla sp. 231, quattro feriti
Prossimo articoloDomenico Leo nuovo presidente della consulta dello sport
La dott.ssa Ornella Della Valle è Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari e specializzata in Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Foggia, con votazione 110 e lode, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi e abilitata alla professione di Biologa Nutrizionista. Master di I livello in “Tecnico di ricerca esperto sugli Alimenti Funzionali”, stage presso il reparto di Dietologia dell’IRCCS “Casa Sollievo della Sofferenza – Opera di Padre Pio” di San Giovanni Rotondo. Riceve nello studio privato a Corato – c/o Medline, centro polispecialistico – e Molfetta.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami