Il Carnevale Coratino sfila in tutta la sua bellezza – Foto

«Credo che questa sia una bella edizione - ha commentato Gerardo Strippoli, presidente della Pro Loco Quadratum - La  città ieri era stracolma di visitatori ed è andato tutto per il meglio»

Il Carnevale Coratino sfila in tutta la sua bellezza
© Stefano Lotito

A spazzare via il vento gelido e le nubi minacciose ci hanno pensato gli oltre 3 mila figuranti che hanno sfilato in tutta la loro bellezza per la 39° edizione del Carnevale Coratino, organizzata dalla Pro Loco Quadratum con il patrocinio del Comune di Corato.

Colori, danze, suoni e musica hanno animato le vie della città intrattenendo piacevolmente i tantissimi visitatori provenienti da ogni parte della Puglia.

Delle tre maschere tipiche coratine, solo “La Vecchjaredde” è scesa in strada a sfilare, assenti invece i “Panzoni” e gli “Sceriffi”. Sempre più numerosa e ben attrezzata, invece, la famiglia Gonzales – Los Melodicos.

Tanta la soddisfazione da parte degli organizzatori per il successo riscosso dalla prima sfilata: «Credo che questa sia una bella edizione – ha commentato Gerardo Strippoli, presidente della Pro Loco Quadratum – La  città ieri era stracolma di visitatori ed è andato tutto per il meglio. Di sicuro se avesse partecipato qualche altra scuola avremmo evitato anche qualche gruppetto di teppistelli, ma va bene così».

Notevoli le misure di sicurezza antiterrorismo messe in atto, vista la portata della manifestazione. Non solo barriere new jersey in cemento armato e numerosi presidi di forze dell’ordine e di associazioni di volontariato, ma anche due ordinanze sindacale con il divieto di consumo di bevande in lattina e in vetro e di utilizzo delle bombolette spray schiumogene.

L’allegro serpentone colorato – Re Cuoraldino in testa – è partito da piazza XI febbraio, percorrendo via Dante ed il corso cittadino, in un tripudio di coriandoli e musica a tutto volume, per approdare in piazza Cesare Battisti dove ogni tema é stato illustrato dalla frizzante e collaudata coppia di conduttori: Rossella Cipri (giornalista de Lo Stradone) e Aldo Tandoi, dal palco allestito al centro della piazza, hanno accolto tutte le associazioni, scuole e gruppi privati che hanno danzato davanti alla platea rievocando ciascuno il proprio messaggio.

Un’attenta giuria ha valutato l’appropriatezza del tema, colori, costumi e coreografie di ogni gruppo privato a concorso. I nomi dei vincitori saranno svelati al termine della sfilata di martedì prossimo, oppure, in caso di maltempo, domenica 18 febbraio.

Al termine della sfilata, piazza Cesare Battisti si è trasformata in una discoteca all’aperto con una massiccia presenza di giovani travolti dall’entusiasmo della musica del dj set a cura di Hardeed + Picchio from Grunge Beatmovement.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz