Campionati giovanili tennis, ottima la prova del coratino Francesco Picca

Francesco Picca -foto-

Domenica 22 gennaio Il C.T. Barletta ha ospitato la 2° tappa dei campionati giovanili di Tennis.

Le gare, che si sono svolte in una magnifica e soleggiata domenica di Gennaio, hanno visto i ragazzi provenienti dalle province di Bari e BAT, divisi per categorie Under 8, 10 e 12, sfoderare un tennis insospettabile per la loro età.

Nella categoria under 12, il giovane Francesco Picca, tesserato per il Circolo Tennis Tandoi di Corato si è qualificato primo del suo girone portando a termine i 4 match contro i suoi avversari tutti con risultati positivi.

Ha poi  battuto in finale anche il vincitore dell’altro girone aggiudicandosi così la tappa barlettana.

Il Circolo ospitante, la cui scuola tennis è diretta dal maestro Vincenzo Falcone (che tanto ha dato al tennis coratino prima di trasferirsi a Barletta) ha fatto da splendida cornice alla manifestazione. Sui suoi sei campi, dove tutti gli anni si disputa il torneo internazionale da 50.000 dollari sono sfilati atleti di fama mondiale ed hanno giocato tutti i migliori tennisti italiani. Su questi campi ha giocato anche Rafael Nadal ai suoi esordi nel circuito dei grandi.

Nel suo piccolo, anche la manifestazione delle giovani promesse del tennis pugliese ha dato le sue emozioni.

Il Circolo Tennis coratino, la cui Scuola Tennis è condotta dalla maestra nazionale Luigia Loconte, sta puntando molto sulle giovani leve, nella sicurezza che un vero rilancio in questo sport sta nella qualità del lavoro svolto e nella completezza dei programmi che da due anni la Federazione ha messo a punto con il FIT RANKING PROGRAM.

Questo programma detta regole e obiettivi ben precisi che ogni scuola deve raggiungere, standardizzando così a livello nazionale la qualità dell’insegnamento di questo sport.

Luigi Addario, Presidente del Circolo Tennis precisa: «La perseveranza nell’allenamento è indispensabile per ottenere buoni risultati. Per evitare interruzioni nell’insegnamento e per tutelare i più piccini, non avendo  strutture idonee, ci siamo serviti della vicina palestra dell’I.T.C. dove le lezioni sono proseguite in questo rigido inverno».

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz