Brillamento di ordigni bellici in una cava di Corato

Sono incominciate oggi le operazioni di brillamento che avverranno nella cava ubicata sulla SP. 85 di proprietà di "Global Cave srl"

Brillamento di ordigni bellici in una cava di Corato
Convoglio militare giunto alla cava di Global Cave di Corato per il brillamento degli ordigni bellici

Sono incominciate oggi le operazioni di brillamento di ordigni bellici risalenti alla Seconda Guerra Mondiale ritrovati nel nuovo porto della città di Molfetta. Gli ordigni saranno fatti esplodere in piena sicurezza nella cava della ditta “Global Cave srl di Corato”.

Sono numerosi gli ordigni rinvenuti nell’ambito delle attività di bonifica dell’area di sedime dell’erigendo braccio del Porto di Molfetta, inizialmente depositati nello specchio d’acqua prospiciente l’area medesima, e per i quali, in particolare i più grandi, si è reso necessario procedere alle connesse operazioni di salpamento e brillamento.

Si tratta di ordigni bellici a caricamento speciale: bombe d’aereo inglesi da trenta libre; un ordigno caricato con fosforo bianco; un ordigno probabilmente caricato al fosforo bianco; proietti anticarro; una bomba d’aereo da 30 libre statunitense.

Finalizzati alla pianificazioni di tali operazioni gli incontri tenutisi nella Prefettura di Bari il 31 ottobre, 14 e 22 novembre 2018.

Dopo apposito sopralluogo da parte di Militari appartenenti all’ 11° Rgt. Genio Guastatori Foggia e Nucleo S.D.A.I. della Marina Militare, coadiuvati da Personale dei Comandi di Polizia Locale di Molfetta e Corato, presso la cava di proprietà della ditta Global Cave S.r.l di Corato è stata individuata l’area  idonea all’espletamento delle operazioni di brillamento.

Tutte le operazioni di trasporto degli ordigni bellici saranno compiute, adottando tutte le misure atte a garantire il massimo della sicurezza, da Militari in forza all’11 Reggimento Genio Guastatori.

Il Commissario prefettizio dott.ssa Rossana Riflesso ha firmato un’ordinanza che stabilisce “l’allontanamento temporaneo precauzionale e l’nterdizione della circolazione veicolare di tutta la popolazione nella zona di pericolo nel raggio di almeno 300 metri dal punto di brillamento, dalle ore 9:30 fino a cessate esigenze, nei giorni 27 novembre, 13 e 20 dicembre, 15, 17, 22, 24, 29, 31 gennaio e 12, 14 e 19 febbraio”.

L’intera operazione di bonifica è stata concordata tra Commissario prefettizio, Sindaco, Prefetto, Questura, Marina militare e la sezione speciale Genio guastatori dell’Esercito.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami