Bonus vacanze per persone con disabilità. Avviso pubblico del Comune di Corato

La Giunta comunale, lo scorso 8 agosto, ha deliberato l’istituzione, e contestualmente ne ha indicato le direttive per la concretizzazione, del Bonus Vacanza Comunale per  Persone con Disabilità anno 2014.

L’Atto di Giunta definisce esplicitamente il soggiorno di vacanza un intervento a favore della persona con disabilità necessario ad evitare l’emarginazione sociale mediante esperienze di vita comunitaria poiché, affiancare il soggiorno di vacanza ad altri interventi che favoriscono la socializzazione, l’integrazione e l’inclusione quali la partecipazione alla vita scolastica o l’inserimento nel mondo del lavoro, potenzia e consolida gli atteggiamenti personali necessari al conseguimento di una piena partecipazione alle attività della società e al raggiungimento delle pari opportunità.

Alla Deliberazione di Giunta comunale è seguita la pubblicazione, avvenuta lo scorso 1° settembre, dell’AVVISO PUBBLICO PER RICHIESTA BONUS VACANZA DIVERSAMENTE ABILI con il quale si rende noto che fino al 30 settembre è possibile presentare la domanda per accesso al BONUS VACANZA anno 2014.

Il Bonus Vacanza anno 2014 è un contributo economico riservato alla persona con disabilità in situazione di gravità riconosciuta tale ai sensi del terzo comma dell’articolo 3 della Legge 104/1992 così come specificatamente indicato sul Verbale della Commissione ASL.

Superfluo ma necessario ricordare che la definizione che viene data dal terzo comma dell’articolo 3 della Legge 104/1992 della connotazione di gravità è la seguente: “Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità.”

Ne consegue che il semplice possesso del Verbale della Commissione ASL di accertamento della disabilità ai sensi della Legge 104/1992 che non indichi tale requisito, non consente di presentare la domanda per l’accesso al servizio comunale.

Nessuna limitazione, invece, relativamente all’età minima o massima della persona con disabilità: non potrebbe essere altrimenti considerato che la disabilità in genere è una condizione che non conosce età!

La misura dell’intervento economico è rapportata al valore ISEE del nucleo famigliare all’interno del quale vive la persona con disabilità in situazione di gravità così come sotto indicati:

Valore ISEE per fascia espresso in Euro

Importo del Bonus comunale espresso in Euro

da 0,00 a 7.500,00

300,00

da 7.501 a 18.000,00

240,00

da 18.001,00 a 30.000,00

210,00

superiore a 30.000,00

150,00

Il bonus sarà erogato previa esibizione della documentazione fiscale, fattura o ricevuta e opportunamente intestata alla persona avente diritto, delle sole spese sostenute per il soggiorno e, riteniamo, escluse quelle sostenute per il trasferimento, mentre il periodo di fruizione non deve andare oltre il 31 dicembre 2014: se ne deduce che le spese sostenute per soggiorni di vacanza fruiti prima della data di pubblicazione dell’Avviso, e comunque nell’anno 2014, siano ammissibili.

La graduatoria sarà stilata tenendo conto dell’ammissibilità al diritto, del valore ISEE (il valore più basso ha una preferenza maggiore) e del limite finanziario previsto dall’Atto di Giunta.

L’istanza di ammissione al Bonus Vacanza anno 2014 dovrà essere presentata su apposita modulistica debitamente compilata e corredata della documentazione richiesta (Verbale della Commissione ASL di riconoscimento della disabilità in situazione di gravità ai sensi del terzo comma dell’articolo 3 della Legge 104/1992 e Attestazione ISEE, in corso di validità e, quindi, riferito ai redditi anno 2013) all’Ufficio Protocollo del Comune di Corato in //www.google.it/maps/place/Comune+Di+Corato/@41.153778,16.413134,17z/data=!3m1!4b1!4m2!3m1!1s0x13380e909d4293a5:0x35a35d0cf4f92882″>Piazza Marconi entro le ore 12:00 del, come già indicato, 30 settembre 2014.

Il modulo di domanda è disponibile presso gli sportelli dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Corato in //www.google.it/maps/place/Comune+Di+Corato/@41.144017,16.412789,17z/data=!3m1!4b1!4m2!3m1!1s0x13380e96e87f98ff:0x28511e78930082b5″>Via Gravina n. 132 o può  essere scaricato dal sito web ufficiale del Comune di Corato cliccando qui.

In realtà il modello di domanda così come proposto non prevede l’indicazione di un recapito telefonico utile per eventuali comunicazioni dell’Ufficio Servizi Sociali al richiedente, non tiene conto che il beneficiario possa essere impossibilitato alla firma perché minorenne o impedito (non dimentichiamo che il soggetto è la persona con disabilità in situazione di gravità) e che in sua vece il richiedente deve essere il tutore o il curatore o l’amministratore di sostegno, non chiede l’autorizzazione al trattamento dei dati personali come previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali, vuole sapere un dato non rilevante quale il nome del coniuge, ritiene la residenza nel Comune di nascita.

A fronte di queste considerazioni può essere utilizzato un modello di domanda predisposto tenendo conto di quanto appena evidenziato. L’impianto primigenio è stato semplicemente integrato e, quindi, non altera la struttura originale.

Il modello di domanda modificato è scaricabile cliccando qui.

Vincenzo Biancolillo

mail to: vincenzobiancolillo@hotmail.it

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami