Azienda coratina coinvolta in un incendio di rifiuti a Bari

La Polizia Locale di Bari trasmetterà a quella di Corato tutti gli elementi utili all'accertamento delle responsabilità

Azienda coratina forse coinvolta nell'incendio Bitonto
Il capannone dato alle fiamme questa mattina

Sono state trovate tracce del materiale scaricato da un’azienda di Corato nell’incendio di rifiuti questa mattina in periferia di Bari, quartiere San Paolo, zona Parco Lama Balice. Si trattava di mobilio, olio esausto, gomma e rifiuti speciali. Il primo intervento è stato effettuato dalle Guardie ambientali, Gadit, che hanno allertato i vigili del fuoco. Ci sono voluti numerosi carichi di acqua per domare l’incendio che sembra essere stato appiccato per bruciare rifiuti.

L’investigazione in corso impedisce di conoscere il nome dell’azienda che sembrerebbe coinvolta nell’episodio di questa mattina. La Polizia Locale di Bari trasferirà a quella di Corato tutto il materiale indiziario per il proseguimento delle indagini.

Azienda coratina. Gadit a Bitonto
L’intervento delle Gadit questa mattina

Più grave l’altro episodio che questa mattina ha visto bruciare un deposito situato al confine tra la zona industriale di Modugno e la periferia di Bitonto.  In fiamme camion e diverse masserizie presenti nell’edificio del capannone adibito a magazzino di materiale che si trova in vendita sulle bancarelle dei mercatini.

Azienda coratina. Bitonto incendio
L’incendio spento nel deposito in periferia di Bitonto

Avviate le indagini che potrebbero fare emergere una situazione di lavoro “in nero”.

Il deposito è stato messo sotto sequestro dai Carabinieri di Bitonto.

 

 

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami