“Autonomia differenziata e Costituzione Italiana”, il terzo incontro del Comitato per l’Unità della Repubblica – Corato

Il rischio secessione è dietro l'angolo

autonomia differenziata
Il Comitato per l’Unità della Repubblica di Corato organizza, giovedì 24 ottobre alle ore 18:30, il 3° incontro pubblico di formazione sulla autonomia regionale differenziata nell’auditorium del Liceo Artistico “Federico II Stupor Mundi”.
Il prof. Michele Capriati , docente di Politica economica e la prof.ssa Marina Calamo Specchia docente di Diritto costituzionale della Università degli Studi di Bari, terranno due lezioni aperte a tutti i cittadini di Corato per chiarire il significato dell’autonomia regionale differenziata sia dal punto di vista della Costituzione italiana sia dal punto di vista economico. Ha annunciato la presenza la senatrice Bruna Piarulli. I moderatori della serata saranni il prof. A. Marcone e l’avv. F. Stolfa.
E’ necessario essere chiari: dietro il nome “autonomia differenziata” si nasconde la divisione del Paese.
L’autonomia differenziata liquida definitivamente – attraverso le 23 materie che saranno devolute alle regioni, materie nevralgiche per la nostra vita quotidiana – tutto ciò che è “pubblico”, cioè finalizzato all’interesse generale, destinato a diminuire le differenze tra ricchi e poveri: istruzione, sanità, ambiente, infrastrutture. Principi e diritti sociali previsti nella prima parte della Costituzione di fatto vengono annullati.
Ogni Regione farebbe da sé, con i propri fondi, trattenendo la maggior parte del proprio gettito fiscale.
Il Comitato per l’unità della Repubblica di Corato rivolge un accorato invito a tutti i cittadini e le cittadine di Corato a partecipare a questo importante momento di formazione.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami