Art Estate: l’ultimo evento di Angela Pisicchio – Foto

Parole, suoni, sapori ed immagini di Murgia celebrati a Corato presso Masseria Cimadomo

Art Estate, l'ultimo evento di Angela Pisicchio
Art Estate, l'ultimo evento di Angela Pisicchio

Sapiente intreccio di parole, suoni, sapori, immagini: Art Estate, l’incontro tra arte e Murgia immaginato dalla compianta Angela Pisicchio (venuta a mancare qualche settimana fa), Savino Di Bartolomeo e Grazia Leuci, è andato in scena ieri a Masseria Cimadomo, facendo da contraltare al dolore per la sua perdita.

Ne sono stati convinti in tanti che, fino a notte fonda non si sono persi neanche un dettaglio di quanto realizzato dall’associazione Italianthinktank e dal Presidio del Libro di Corato, in collaborazione con la Pro Loco Quadratum, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia ed il patrocinio del Comune di Corato.

Centinaia di amici, coratini e non, provenienti anche da paesi limitrofi, si sono riuniti per assistere all’ultimo spettacolo ideato dalla donna che a Corato ha rappresentato la Cultura con la C maiuscola, allo scopo di rendere omaggio alla sua figura, proprio in quel modo che a lei sarebbe piaciuto.

Il frinire delle cicale, il canto dei grilli e lo sguardo bonario della luna hanno fatto da sfondo e sottofondo sonoroal susseguirsi di poesia e prosa, musica e gastronomia: Carmen Centrone, Lorena Farucci, Beatrice Gallo hanno narrato favole pugliesi; Corrado Palumbo, Mariella Sivo e i “donatori di voce” hanno conversato alla scoperta di volti, storie sapori della murgia.

Non sono mancati giochi, teatro e laboratori per bambini, come pure la musica di Mino Lacirignola& Jazz Moments, perfettamente inserita nel contesto, itinerante da uno scorcio all’altro dell’ampio spazio allestito come per le tradizionali feste sull’aia.

E dopo aver placato gli stomaci con l’angolo enogastronomico curato dalla “Bottega dell’allegria” e dal “Ristorante Ver Chef” – perché la “Cultura” di Angela contemplava anche gli antichi sapori e le migliori produzioni tipiche locali – i “Morsi d’Anguria” di Renato Curci e  Maria Pia Autorino, teatro di figura e pantomina, sono stati la giusta ed esilarante conclusione di una serata che non mancherà di ripetersi nel segno della creatività tanto amata, promossa e divulgata da Angela Pisicchio, la quale, dall’alto dei cieli ove ora riposa, certamente ne avrà apprezzato con il suo consueto sorriso l’intero allestimento.

Di seguito la gallery fotografica di alcuni dei momenti di Art Estate

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami