Verrà minimizzata anche la violenza contro gli organizzatori del Pendìo?

La Senatrice Angela Piarulli e il consigliere comunale De Benedittis esprimono preoccupazione per il livello di insicurezza nella città

Pendio 2019
Un momento delle premiazioni della Mostra del Pendìo

Non è passato inosservato l’atto di violenza che ha colpito l’allestimento e i promotori della mostra del Pendìo in Piazza Abbazia. Attestati di solidarietà rivolti agli organizzatori sono venuti da più parti.

La senatrice pentastellata Angela Bruna Piarulli ha commentato l’episodio sulla sua pagina Facebook: “L’aggressione al presidente della Proloco Gerardo Strippoli, a cui mostro la mia vicinanza, attesta l’urgenza che a Corato siano adottati provvedimenti al fine di elevare i livelli di sicurezza del paese, mediante l’incremento delle forze dell’ordine e utilizzo di sistemi di videosorveglianza. Sarà mia premura sollecitare il Comitato dell’ordine e sicurezza al Prefetto, facendo seguito alle interrogazioni già presentate ai Ministri degli interni e Difesa”. anche il consigliere comunale Corrado De Benedittis con le liste elettorali “Demos-Democrazia Solidale” e “Rimettiamo in moto la città”, ha espresso “piena solidarietà alla Proloco Quadratum e al presidente Gerardo Strippoli per l’inaccettabile aggressione subita in largo Abbazia durante l’allestimento dell’importante mostra de Il Pendio. Da tempo e a più riprese siamo intervenuti sulla precaria situazione della sicurezza in città. Con urgenza occorre garantire un maggiore presidio del territorio da parte delle Forze dell’Ordine insieme a una forte e decisa politica di rigenerazione sociale, capace di intervenire sulle crescenti fasce di marginalità e disagio presenti in città”.

Lo “Stradone” mensile ha puntato l’attenzione sul tema della scarsa sicurezza a Corato dedicando il primo piano del numero di agosto al problema, con analisi e approfondimenti degli esperti.

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami