Andria. I Carabinieri circondano il centro storico

In una massiccia operazione di controllo del territorio insieme con il reparto "Cacciatori di Puglia", hanno setacciato palmo a palmo i quartieri difficili

nel centro storico di Andria-operazione dei Carabinieri
Un momento della vasta operazione dei Carabinieri ad Andria ieri notte

Circondato e letteralmente passato al tappeto, il centro storico di Andria ieri notte. Oltre 50 Carabinieri, supportati dai “Cacciatori di Puglia” e da un’unità cinofila per la ricerca di stupefacente, hanno dato vita a una massiccia operazione di controllo di piazze e strade nel centro di Andria.

In totale sono state controllate 80 persone di cui 15 agli arresti domiciliari; eseguite 21 perquisizioni domiciliari in 3 palazzine di un unico plesso; e 7 persone sono state segnalate al Prefetto per uso personale di droga, alle quali sono stati sequestrati complessivamente grammi 2 di marijuana e 7 di hashish.

In particolare -si legge nel comunicato stampa diramato dai Carabinieri- è stato passato al setaccio il quartiere “San Valentino” preventivamente messo in sicurezza da un cordone di militari. Sono stati quindi eseguiti controlli e perquisizioni, presso le abitazioni di pregiudicati sospettati di detenere sostanze stupefacenti.

L’operazione, che ha interessato anche altre zone della città di Andria, ha visto impegnati a fianco dei Carabinieri della locale Compagnia e di altri rinforzi giunti dal Comando Provinciale di Bari, anche 2 squadre di “Cacciatori di Puglia”, militari particolarmente qualificati nell’individuare nascondigli e rifugi utilizzati dalla criminalità per i propri traffici illeciti.

Organizzata dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari, l’azione ha consentito di rinvenire 300 grammi di marijuana nell’abitazione di P.G., 23enne pregiudicato del luogo, che è stato tratto in arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre un pregiudicato è stato denunciato in stato di libertà in quanto, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, è stato trovato in possesso di una mazza da baseball, in violazione alle prescrizioni imposte.

Altre due persone sono state denunciate in stato di libertà a seguito del rinvenimento, all’interno delle proprie abitazioni, di nove centraline utilizzate per asportare autovetture, nonché due scanner per sintonizzarsi sulle frequenze radio delle Forze dell’Ordine.

Sono state anche contestate 28 infrazioni al codice della strada, la maggior parte per mancato uso della cintura di sicurezza. Ritirati 2 documenti di guida.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami