Amministrative 2019, il quadro si delinea

Corrado De Benedittis annuncia la sua candidatura a sindaco. Si costituisce un Polo di centro

Amministrative 2019

Mancano due mesi e mezzo alle elezioni amministrative di Corato e pian piano sembra definirsi il quadro delle coalizioni politiche che esprimeranno i candidati sindaci.

A chiarire il tutto (forse) la formazione di un Polo di centro che sarebbe costituito, al momento, dall’UDC con Vincenzo Labianca e Gaziella Valente, Democrazia Cristiana Europea con Rossella Gavioli, Sud al centro con Mario Matteo Malcangi, Corato nel cuore (che dovrebbe far capo a Gaetano Nesta), Obiettivo Comune con Franco Caputo e Puglia popolare con Luigi de Robertis.

Questa novità, appena sarà ufficializzata, potrebbe imprimere un’accelerata al delinearsi degli altri schieramenti.

Ad oggi, oltre al candidato sindaco Emanuele Lenoci – espressione di una coalizione di movimenti civici come “Rinnovamento Corato” (riconducibile a Maurizio Vernice), “Altra Corato” (guidato da Luca Cifarelli), “Corato Popolare” (che fa capo a Cataldo Strippoli) e il movimento “Colpo di spugna” (di Cataldo Tarricone) –  ci sarebbe Corrado De Benedittis che ha annunciato la sua candidatura, lo scorso 6 febbraio, a Bruxelles.

Non si ha certezza se quest’ultimo sarà il candidato sindaco di tutto il centro sinistra o solo di una sua parte. «Stiamo lavorando per l’unità del centro sinistra e le forze progressiste nell’ottica di un profondo rinnovamento», ha dichiarato De Benedittis, punto di riferimento di “Rimettiamo in moto la città” che ha avviato tavoli di lavoro.

Se il centro destra, infatti, ha dichiarato di presentarsi unito alle prossime elezioni comunali, il centro sinistra non si è ancora ufficialmente espresso.

Come annunciato qualche giorno fa, la coalizione di centro destra è già definita: si presenteranno insieme Forza Italia, Fratelli d’Italia, IDeA Popolo e Libertà, Lega e Noi con L’Italia. Non si conosce, però, il candidato sindaco, che potrebbe essere individuato con le primarie.

Anche il centro sinistra, se decidesse di presentarsi unito, si potrebbe affidare alle primarie la scelta del candidato sindaco. I nomi potrebbero essere Corrado De Benedittis di Rimettiamo in moto la città, Paolo Loizzo di APE e Vito Bovino di Nuova Umanità.

Al momento, gli unici a presentarsi da soli alle amministrative 2019, dovrebbero essere il movimento nazionale per la Sovranità, con Cataldo Mazzilli, e il Movimento 5 Stelle.

Correrà per le prossime amministrative anche Città Nuova dell’ex sindaco Massimo Mazzilli che ha dichiarato di essere pronto ad aprirsi ad altre forze politiche.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami