Alla coratina Miriana Di Franco la fascia “Miss Wella” nella tappa ufficiale di Miss Italia

Con il numero 35 la coratina verace Miriana Di Franco è stata incoronata reginetta della tappa locale di Miss Italia. Tra le 38 concorrenti in gara anche altre quattro avvenenti giovani concittadine: Gilda Scaringella, Francesca Anelli (fuori concorso), Rossella Terzulli e Mariana Nesta, alle quali auguriamo che il successo le baci nei prossimi anni.

2^ classificata Stefania Manzi col n. 16, 3^ Annalisa Raia col n. 20, 4^ Claudia Sciancalepore, n. 37, 5^ Carmen Ciminiello, n. 7, Miss Villa Menelao è Rossella Pavoncelli, la n. 19, e Miss Radio Selene è Roberta Loparco, col n. 36.

Mentre la “logorroica” Miriana (la sua autopresentazione ha visto triplicati i tempi normalmente concessi) accederà di diritto alla finale regionale di Miss Puglia, le altre due vi parteciperanno per titoli minori.

Anticipata dall’esibizione multidisciplinare dei giovani corsisti Energym, introdotta da Pierluigi Auricchio, domenica 8 luglio, ha avuto inizio l’ennesima edizione della tappa coratina di Miss Italia, organizzata per la nona volta consecutiva dal M° di Kick Boxing, nonchè presidente della Consulta Sportiva locale, Vito Scaringella.

Le concorrenti in gara, giunte da Corato e da diversi paesi limitrofi, sono state valutate da una giuria ad alto grado di testosterone (quote rosa assolutamente assenti) costituita da ben tredici membri: presidente Luigi Scimè, sostituto Procuratore della Repubblica di Trani, dal sindaco Luigi Perrone, dal consigliere regionale Michele Riccardi, dall’assessore provinciale all’agricoltura Franco Caputo, dal Presidente del Consiglio Comunale Pasquale Tarantini, dall’assessore comunale alla Polizia urbana Carlo Roselli, dal maresciallo della stazione locale dei Carabinieri Pietro Zona, dall’ispettore della Polizia di Stato Mario Molinini, dal Comandante dei VV.UU. di Corato Vitantonio Patruno, dal titolare di Villa Menelao Michele Riccardi, dal responsabile dei saloni Wella Massimo Binetti, dal titolare di Rete Selene Luciano Tarricone, dal titolare dell’Accademia Cesvim Giuseppe Faconda, e dal suddetto Vito Scaringella in qualità di segretario senza diritto di voto.

Tra doppi caroselli di bellezze nostrane, quadri moda uomo e sposa, acrobazie ai tessuti ed alla pertica di Francesca Sasso, verve comica di Tommy Serafino e la danza burlesque di Cinzia Moeira, per la conduzione di Giovanni Conversano, la serata si è conclusa, è proprio il caso di dire “in bellezza”.

La fotogallery è a cura di Rocco Lamparelli

{igallery id=7998|cid=461|pid=1|type=category|children=0|showmenu=0|tags=|limit=0}

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovo incontro per gli stakeholder della De.Co
Prossimo articoloIndagine della Finanza sul settore farmaceutico nelle ASL, 12 responsabili segnalati alla magistratura contabile
Maria Labartino (nota come Marina) - Ex Direttore Responsabile. Esordisce su LO STRADONE nel 1986. Laurea in Scienze della Formazione. Iscritta all'ODG dal 1998. Presentatrice occasionale. Da oltre 30 anni scrive di tutto e su tutto con sete di verità, consapevole di "sapere di non sapere" (cit. Socrate). Vincitrice del Premio Michele Palumbo 2019 come "Editorialista dell'Anno" al concorso dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia "I fatti, le idee, le opinioni" organizzato dal Circolo della Stampa BAT
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments