La grande festa del cross è iniziata anche in Puglia, con numeri, spettacolo e divertimento grazie al Trofeo Ciclocross Corato. Nel giorno del centenario dalla fine della prima Guerra Mondiale un’altra battaglia, questa però tutta sportiva, si è combattuta sul campo coratino allestito dal team Eurobike su un terreno non edificabile al limite del quartiere Belvedere.

Tappa del Challenge Ciclocross Puglia, abbinata alla prova del Challenge dell’Amicizia per giovanissimi, il trofeo Ciclocross Corato ha sfiorato le 400 presenze complessive divise equamente tra i due eventi, a dimostrazione di una sempre più grande attenzione della famiglia ciclistica pugliese verso la disciplina invernale per eccellenza.

Percorso tecnico con il Trofeo Ciclocross Corato

Su un fondo misto, prettamente terreno soffice e umido con alcuni tratti di ghiaia e di prato, il percorso disegnato da Maurizio Carrer e dai collaboratori del team Eurobike, 2,5 chilometri di lunghezza, stravolge un già molto apprezzato tracciato sperimentato con successo nell’edizione dello scorso anno. Anche per questa stagione, per tutti i mesi autunnali e invernali, il tracciato sarà sede di un campo di allenamento semi-permanente. Punti di forza una lunga scalinata scavata nel terreno, ostacoli artificiali in salita, salti, toboga su terreno viscido e un’impervia collinetta.

Ettore Loconsolo in maglia tricolore in azione al Trofeo Ciclocross Corato

Al Trofeo Ciclocross Corato dal punto di vista agonistico lo spettacolo è stato garantito in tutte le discipline. Tra gli allievi ed esordienti, la batteria più numerosa con 70 atleti al via, lo show è stato monopolizzato dai colori nero-verdi dei padroni di casa, che con Vittorio Carrer e Ettore Loconsolo hanno fatto segnare anche il giro record di tutta la manifestazione bloccando i cronometri su 7 minuti e 44 secondi. Ampio il margine dei due, che mostrano padronanza di tutti i passaggi tecnici, al punto da potersi permettere di aspettarsi l’un l’altro in caso di guasto meccanico all’ultimo giro (in questo caso Carrer ha atteso Loconsolo). Facendo, ovviamente, il pieno di applausi. Ottimo terzo posto per l’allievo primo anno Ivan Carrer, mentre la cinquina è completata da Alessandro Ricchiuti e Fabio Di Stefano. Per gli esordienti torna a brillare la maglia tricolore di Anthony Montrone (Andria Bike), che precede un podio monocolore sul quale sono saliti anche Vittorio Capogna e Carlo Pistillo. A Ilaria Scarpa e Rebecca Lobascio lo scettro delle categorie donne allieve ed esordienti.

Metodi alternativi per affrontare la scalinata al Trofeo Ciclocross Corato

Anche la gara di quaranta minuti del Trofeo Ciclocross Corato non è mai avara di emozioni. Se da un lato Daniele Pugliese (Narducci) si è reso protagonista di una vera e propria cavalcata solitaria tra gli juniores, alle sue spalle si è rivista la sfida master tra Maurizio Carrer (questa volta nei panni di atleta) e Biagio Palmisano. Molto intenso il confronto tra i giovani Mattia Varalla (Bykers Viggiano), il coratino Vincenzo Piarulli (Progit) e Simone Tarantini (Salis), conclusosi nell’ordine al traguardo. Tra le donne brilla la biscegliese Krizia Ruggieri (Cavallaro) sulla lucana Ilenia Matilde Fulgido (Valnoce).

Luigi D’Amico in azione al Trofeo Ciclocross Corato

Exploit dell’under Luigi D’Amico (team Vejus) nella batteria di 60 minuti riservata alle categorie superiori e ai master di prima fascia. In testa dalla prima all’ultima curva, il calabrese torna a farsi apprezzare nel ciclocross dopo tre stagioni di assenza. Alle sue spalle intensa bagarre con i portacolori del team Eurobike Giuseppe Belgiovine e Luigi Maria Di Cosola, che lottano per tenere a debita distanza Stefano Lisi (Chialà Locorotondo) e il primo degli Elite Leonardo Santeramo (Cavallaro Bisceglie), ben scortato dai compagni di squadra Jacopo Capurso e Mattia Germinario.

A questo link sono disponibili tutte le classifiche curate dai cronometristi di Tempogara per Icron.it, con la pregevole ed interessante novità del timing in tempo reale, che da la possibilità a tecnici e appassionati di tenere sotto controllo la gara anche senza il contatto visivo.

A latere della gara di ciclocross lo short track giovanile dai G1 ai G6 nel contesto del Challenge dell’Amicizia evento patrocinato dal comitato provinciale FCI Bari-Bat che ha colpito sin da subito per il grande tifo riservato ai piccoli atleti. Il futuro del movimento non può che dirsi entusiasmante come l’energia dei loro battimani.

La partenza dei più piccolini (Challenge dell’Amicizia) al Trofeo Ciclocross Corato

Dopo il Trofeo Ciclocross Corato, il challenge si sposterà il 25 novembre a Barletta, sempre con l’organizzazione del team Eurobike, città che l’anno scorso ha ospitato la finale del Giro d’Italia Ciclocross. A seguire il 9 dicembre a Montesano Salentino (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino Vincenzo Nibali), il 16 a Bisceglie (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro) per finire il 30 dicembre con l’epilogo di Pezze di Greco (Asd Narducci Team Edil Luigi Cofano), gara che assegnerà anche il titolo di campionato regionale.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami