Adisco Corato ad Expo Milano esorta le future mamme: «Mangiate sano per vivere bene…e donare meglio»

Lunedì 28 settembre, lo spazio del Casillo Group nel Cluster Cereali e Tuberi Varvello 1888 ha ospitato Adisco Corato, l’unica sezione dell’associazione donatrici italiane di sangue del cordone ombelicale ad essere presente ad Expo Milano 2015.

Rifacendosi allo slogan coniato per la manifestazione, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, la presidente della sezione coratina dell’Adisco ha tenuto un incontro-dibattito incentrato sull’importanza di nutrire adeguatamente il futuro del pianeta. «Nutriamo il futuro del pianeta, cioè i nostri figli, in maniera adeguata fin dal grembo, con la consapevolezza che siamo ciò che mangiamo», ha affermato la presidente dott.ssa Luisa Belsito.

È difatti ampiamente risaputo che una dieta sana ed equilibrata è essenziale per il benessere psico-fisico in ogni momento della vita, ma lo è ancor di più nel periodo della gestazione: la dieta materna infatti, deve fornire energia e sostanze nutritive tali da soddisfare sia il normale fabbisogno della donna che quello del feto e consentire alla gestante di accumulare nutrienti di riserva per lo sviluppo fetale e per l’allattamento.

«Ci si deve alimentare prevalentemente con cibi di provenienza vegetale, cereali non raffinati e legumi – ha spiegato la presidente di Adisco Corato nel corso dell’incontro – In ogni pasto ci deve essere un’ampia varietà di verdure non amidacee e di frutta. Sono poi importantissime le proteine, che rappresentano “il materiale per costruire il corpo e le cellule” (perché inducono la formazioni dei fattori di crescita). Una donna in gravidanza, dovrebbe consumare 3 o 4 porzioni di pesce a settimana, ricca fonte di DHA».

Il DHA (o acido docosaesaenoico) è un acido grasso della serie omega tre, determinante nel secondo e terzo trimestre di gravidanza e durante l’allattamento al seno, per lo sviluppo neuronale e cerebrale del feto e del neonato. Tra gli effetti benefici del DHA sono da ricordare l’aumento della maturità tissutale e del numero di cellule staminali, la riduzione del rischio di depressione post-partum e parto pretermine. Il DHA favorisce inoltre la corretta formazione del sistema nervoso del feto, ne migliora le capacità visive e cognitive nonché la funzionalità del sistema immunitario e riduce la frequenza di allergie nel bambino.

«Un deficit di DHA in fase pre o post natale è correlato a disturbi retinici, cognitivi e comportamentali – ha in ultimo ribadito la dott.ssa Belsito – Le donne in gravidanza, nutrendosi adeguatamente, potranno donare in maniera partecipe e consapevole il sangue del cordone ombelicale, energia per la vita per coloro che necessitano di un trapianto di cellule staminali cordonali».

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz