Addio ad Angela Pisicchio, donna straordinaria

L'amore per la cultura con la C maiuscola è l'eredità che lascia alla città di Corato

Addio ad Angela Pisicchio, una donna straordinaria
Angela Pisicchio

Angela Pisicchio non si è mai risparmiata, ha combattuto sempre: per la vita, per la cultura, per l’associazionismo, per la lettura, per la sua famiglia, per le donne, per sconfiggere quel male che tutti noi speravamo avesse vinto con la sua tenacia.

Purtroppo non è andata così e oggi siamo qui a doverla salutare. Ma lo facciamo ricordando quegli occhi ricchi di amore, quel sorriso che lei era sempre capace di donare ad ogni donna e uomo che incontrava negli eventi che con dedizione organizzava o ai quali con gioia contagiosa partecipava.

Numerosi gli incarichi ricoperti tutti accomunati dall’amore per la cultura con la C maiuscola.

Angela Pisicchio è stata innanzitutto un’ insegnante di scuola primaria amata dai suoi alunni, assessore, la prima presidente donna della Pro Loco “Quadratum” e poi anche del Comitato Festa Patronale di San Cataldo, fondatrice e socia attiva dell’ Adisco Corato, la responsabile cittadina del “Presidio del libro”, sempre in prima linea nella Fidapa (con incarichi locali, regionali e nazionali) e insieme a don Gino Tarantini ha condotto la Fondazione De Benedittis verso interessanti opere.

Angela Pisicchio, la personificazione della cultura a Corato, una donna straordinaria ed esemplare che resterà per sempre nei ricordi di tutti coloro che hanno avuto l’onore di conoscerla, ma anche di chi la conoscerà attraverso le vivaci iniziative proposte da lei alla città e che si auspica continueranno a svolgersi.

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami