Abbandono selvaggio dei rifiuti, l’esasperazione dei residenti

«Non sappiamo a chi rivolgerci per far valere i nostri diritti e denunciare tali atti di scelleratezza».

abbandono selvaggio dei rifiuti a corato
Rifiuti abbandonati in via Casolla, ang. Vico Gioia.

Malgrado la nostra città risulti essere fra le più virtuose, stando ai dati rilevati sul servizio di raccolta differenziata porta a porta, numerosissime sono le segnalazioni di cittadini che lamentano e denunciano l’abbandono selvaggio di rifiuti di ogni genere con tutti i disagi che ne conseguono.

Prendendone ad esempio una fra tutte, episodi di inciviltà si verificano in pieno centro cittadino, come nel caso del lettore che ci ha segnalato l’abbandono incontrollato di rifiuti in via Casolla e vico Gioia, a due passi dal corso.

Questa via, poco trafficata, è infatti molto frequentata da cittadini che, spesso, vi si recano appositamente per abbandonare il proprio sacchetto certi di passare inosservati. «Sostano un attimo con fare circospetto, si guardano attorno, e poi si lasciano scivolare di mano i loro sacchetti dei rifiuti come se la via fosse una discarica» lamentano i residenti. «Per non parlare di tutto quanto viene abbandonato dai ragazzi che vi si radunano o si appartano nel vico». Stesso atteggiamento sembrano avere anche i proprietari di cani che non raccolgono le deiezioni dei loro amici a quattro zampe come se non esser visti inducesse alla libertà di agire non rispettando le regole del buon senso e del rispetto per il bene comune. Però i residenti li vedono e bene e sono stanchi ed esasperati di dover assistere a scenari di scempio, oltre ai cattivi odori e agli animali che vi si annidano, dai topi alle blatte.

«Ci siamo rivolti ai Vigili che però ci hanno risposto che il problema non è di loro competenza ma dell’ASIPU. Rivoltici all’ASIPU siamo stati rimbalzati alla Polizia Municipale. Quindi, a chi dovremmo rivolgerci per far valere i nostri diritti e denunciare tali atti di scelleratezza?» chiedono esasperati i residenti «Intanto, i rifiuti restano lì per giorni e l’intera strada risulta impercorribile».

Purtroppo quello di via Casolla non è un caso isolato, episodi del genere si verificano quotidianamente in varie zone della città, dal centro alla periferia, e sempre più sono gli avvistamenti di topi per le strade di Corato, campanello di allarme per la salubrità della città.

«L’Amministrazione Comunale non è disposta a tollerare deprecabili episodi di abbandono incontrollato di rifiuti da parte di pochi soggetti. […] di fronte a questi comportamenti spregevoli si riserva di intraprendere altre iniziative tese a ridurre drasticamente il fenomeno» aveva dichiarato in aprile il sindaco Massimo Mazzilli. Quello che i cittadini auspicano è che siano realmente attuate attività di controllo per disperdere il fenomeno ed evitare che la città cada nel degrado.

Lo Stradone si associa alle richieste dei cittadini di una risposta da parte dell’amministrazione a questi episodi di intollerabile inciviltà. Proprio in merito all’abbandono dei rifiuti che interessa l’agro coratino, Lo Stradone ha intervistato il Dirigente ASIPU ing. Salvatore Mastrorillo inserita all’interno dell’Inchiesta pubblicata sul numero di agosto, in edicola da oggi.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami