La fontana Piazza Di Vagno diventa vasca per animali

Inoltre, a due mesi dalla sua inaugurazione, risente già dell' "usura" del tempo: vi sono cedimenti strutturali della pavimentazione che mettono a repentaglio l'incolumità di chi frequenta il luogo

La fontana Piazza Di Vagno diventa vasca per animali
La fontana Piazza Di Vagno diventa vasca per animali

Come avevamo preannunciato nello Speciale de LO STRADONE di Agosto 2018, la fontana di piazza Di Vagno si è immediatamente trasformata nella vasca da bagno di cani e piccioni.

Questi ultimi, in particolare, non fanno mancare il rilascio delle proprie deiezioni che contribuiscono ad inquinarla.

Al suo centro persiste, ben immerso nell’acqua, il risultato delle abluzioni dei volatili e dei canidi che qui anche si dissetano e trovano refrigerio.

Considerata la frequenza di famiglie con bambini che, spesso e volentieri, si divertono ad intingere le proprie manine nell’acqua (conosciamo bene l’abitudine di portarle poi alla bocca, ignorando le basilari regole di igiene), il rischio di contrarre infezioni è fortemente in agguato.

Comprendiamo che, al momento, nessuno a Palazzo di Città (ovvie le ragioni), è in grado di prendere gli opportuni provvedimenti, ma sarebbe il caso di non ignorare l’accaduto, pena peggioramenti di sorta.

Non solo, nella piazza che tanto abbiamo atteso cominciano a “cedere” anche gli elementi d’arredo, come la stessa fontana, tanto decantata dai progettisti.

Il suolo su cui essa insiste è evidente che si sia affossato lateralmente, per cui oggi la fontana – realizzata in pesante travertino di Trani – si è inclinata, spandendo acqua solo da una parte.

Un problema che si potrebbe acuire con il trascorrere del tempo, mettendo a repentaglio l’incolumità di chi frequenta il luogo.

 

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Marina mastromauro Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
Marina mastromauro
Ospite
Marina mastromauro

Rispondo con una lettera a Corrado Augias che ho letti oggi su repubblica.”viviamo a desenzano in Lombardia da 7 anni. Per nostra scelta. Pur avendo lavoro casa amici siamo scappati dal sud e ci siamo trasferiti. Verde curato, servizi comunali impareggiabili campagne come giardini efficienza ovunque. L altro giorno vedo una perdita di acqua sulla strada. Chiamo i vigili. In 5 minuti arrivano e transennano e chiamano i responsabili della manutenzione. Dopo due giorni la riparazione era stata effettuata. Sono le persone che fanno il proprio dovere che permettono l efficienza.”Anche io vorrei vivere in un paese così.