A Corato il Liceo delle Scienze Umane. Cronaca dell’incontro

Il primo marzo 2018, con delibera n.250, la Regione Puglia ha concesso al Liceo Classico “Alfredo Oriani” anche il Liceo delle Scienze Umane

A Cura di Michele Ventura

Dopo il relativo iter burocratico, il 3 ottobre 2019 si è tenuta la cerimonia di inaugurazione e, in quell’occasione, c’è stato un seminario dal titolo “Convivialità relazionale e corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia” tenuto dal professor Giuseppe Elia, Ordinario di Pedagogia, Direttore del Dipartimento For.Psi.Com. Università degli Studi Aldo Moro di Bari. Per questa occasione l’agorà Felice Tarantini è stata gremita da numerosi docenti, genitori ed alunni, tutti interessati dall’estrema attualità del tema trattato. Il nuovo indirizzo didattico, dedicato alle Scienze Umane, corrispondente all’Istituto Magistrale prima della riforma scolastica, ha come obiettivo la costruzione dell’identità personale e delle relazioni umane e sociali, studiandone l’evoluzione.

La presentazione è stata svolta dal Dirigente Scolastico, Prof.ssa Angela Adduci orgogliosa dell’inaugurazione del nuovo Corso grazie al quale il Liceo Classico fornirà una formazione ancora più varia, da sempre obiettivo della scuola. Dopo un breve intervento del Vicepreside Andrea D’Ercole, il quale ha affermato che il progetto è stato anche supportato da un ottimo contesto sociale-politico di Corato, ha preso la parola il Professor Elia sottolineando il rapporto di corresponsabilità con i propri studenti, fondamentale per ottenere risultati positivi e realizzare le aspettative dei ragazzi. Elia ha però sottolineato la totale divergenza tra l’ambiente scolastico e l’università, confermata anche dal diverso rapporto alunni-docenti e docenti-genitori che vi si riscontra.

Ai genitori presenti Elia ha consigliato di non intraprendere inutili conflitti con la scuola, ma di creare delle alleanze con i docenti per il bene dei propri figli, a cui devono essere impartite precise regole necessarie per affrontare con decisioni razionali anche la loro vita extrascolastica. Un altro tema affrontato dal Professor Elia è stato la difficoltà d’integrazione degli immigrati negli ambienti scolastici che, a volte, sono emarginati addirittura dagli stessi professori.

Tale integrazione, in base alla sua esperienza, è più facile tra gli studenti più piccoli e richiede un grande e costante impegno da parte della scuola. Dopo aver affrontato un tema così attuale e delicato il professore si è soffermato sui compiti educativi e sulle responsabilità della scuola nei confronti dei ragazzi. Le vittorie più importanti per la scuola e gli insegnati, infatti, devono riguardare il coinvolgimento di tutti gli studenti, sempre più consapevoli delle proprie responsabilità e delle proprie aspettative.

Dopo numerose domande dei docenti e dai genitori, la manifestazione si è conclusa con l’affermazione da parte del Professor Elia che le relazioni umane sono alla base di ogni percorso didattico e con l’augurio che le stesse siano sempre più rispettate nel rapporto scuola-famiglia.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami