4 novembre 2018: 100 anni fa finiva la Grande Guerra

Trento e Trieste tornavano all'Italia

4 novembre 2018 100 anni fa finiva la Grande Guerra
Trento e Trieste tornavano all'Italia

di Franco Leone

Per il centenario della fine della I Guerra Mondiale questo spazio dedicato all’arte si tinge di tricolore con una meravigliosa opera d’arte: l’immagine dell’Italia vestita di bianco che accoglie Trieste e Trento vestite di rosso e di verde, realizzata dal pittore e illustratore triestino Leopoldo Metlicovitz, precursore del Futurismo.

IL GIORNO DELLA PACE

Dopo importanti ed eroiche battaglie da parte dei nostri soldati, che fecero dimenticare la disfatta di Caporetto ad opera del Generale Luigi Cadorna, l’Italia vince la guerra contro l’Impero Austro-ungarico il 4 novembre 1918 a Vittorio Veneto, presso Treviso, con il Generale Armando Diaz.

A 100 anni esatti da quella data è doveroso commemorare il tributo di sangue versato in un conflitto atroce da oltre 600.000 caduti italiani, ma anche, e soprattutto, l’avvento della pace.

Ormai i sopravvissuti di quella guerra si sono estinti, portati via dal tempo inesorabile della vita. Per questo spetta a noi mantenere la loro memoria, la memoria di una generazione che ha vissuto la tragedia della guerra, ma che ha anche avuto modo di provare la gioia infinita della vittoria e di una pace tanto attesa.

Con la vittoria venivano liberate quelle città che da troppo tempo chiedevano di tornare ad essere italiane, soprattutto Trieste con il Friuli e Trento con il Trentino e l’Alto Adige.

 

L’IMMAGINE COMMEMORATIVA DI LEOPOLDO METLICOVITZ

Riporto qui, come già specificato sopra, una splendida opera d’arte: la cartolina del 1918 del pittore triestino Leopoldo Metlicovitz, che commemora l’evento del 4 Novembre con l’immagine dell’Italia che accoglie Trieste e Trento.

L’Italia è vestita di bianco, ha una corona in testa, impugna una spada e sfoggia lo stemma sabaudo.

Trieste è vestita di rosso e ha un’alabarda tra i capelli, simbolo della città.

Trento è vestita di verde è ha un’aquila tra i capelli, simbolo anch’essa della città e del Trentino.

Tutte e tre ostentano un elegantissimo stile “Belle Époque”.

Sullo sfondo si vede l’esercito italiano impegnato nella vittoriosa battaglia di Vittorio Veneto.

Il titolo dell’opera è “FINALMENTE!”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami